QuarantaTre Tramonti

  Spettacolo simbolo dei "Ventimariscelti" è insieme un concerto da camera, un recital, un live improvvisato e una pièce teatrale.
Un personaggio malinconico senza nome appare sulla scena in tutta la sua solitudine e verrà, di volta in volta, illuminato da varie realtà musicali e dalla comparsa di vari personaggi femminili concretizzatisi dal mondo dell’opera e della liederistica russa o georgiana. Queste illuminazioni determineranno la sua evoluzione e tenderanno un fil rouge tra brani musicali di diversa provenienza. Le tinte fosche dello spettacolo derivano proprio dalle sonorità e dalle tematiche tipiche di quest’area geografica, compresa tra il Caucaso e la Siberia. Quarantatre sono i tramonti che vede il triste Piccolo Principe di Exupéry. Quarantatre sono i tramonti cercati dal nostro protagonista, caricati di nuovi significati e simbologia, che si discioglieranno infine nella nobile poesia di Galaktioni, uno tra i maggiori poeti georgiani del Novecento.

PROGRAMMA MUSICALE

Improvvisazione al pianoforte su “Vocalise” di Rachmaninov
S.Rachmaninov - Ne poi krasaviza
A.Machavariani - Mzeta mzis sakheo
P.I.Chaikovski - Baba-jaga
O.Taktakishvili - Mzeo Tibatvis
W.A.Mozart - Fantasia in re- (tema)
Improvvisazione al pianoforte su “Iolanta” di Chaikovski e “Fantasia” di Mozart
P.I.Chaikovski - Aria di Iolanta, dall’opera “Iolanta”
S.Rachmaninov - Zdes chorosho
S.Rachmaninov - Prelude in G minor, Op.23, n.5
Rimskji-Korsakov - Szena taiania Snegurochki, dall’opera “Snegurochka”
Improvvisazione al pianoforte su “Snegurochka” di Rimskji-Korsakov
Rimskji-Korsakov - Aria di Marfa, dall’opera “Zarskaja nevesta”
I.Arakishvili - Sisatura



    
Linee marine

  Delle linee di energia  percorrono l’universo creando un tessuto fittissimo che se fosse visibile ci circonderebbe come la tela di un ragno. Di queste energie l’amore ne è la più forte. Esso garantisce la vita e la vita se ne imbeve.
Questo tema viene sviscerato nelle sette parti unitarie che compongono lo spettacolo; senza essere una vera e propria trama, sette parti che costituiscono una sorta di percorso iniziatico alla conoscenza dell’altro, attraverso l’amore, l’energia dell’attrazione. Lo sfondo del mare, oltre a creare un ambiente, è un personaggio che osserva dall’esterno la vita dei due personaggi sulla scena, paradigmatici e universali. Dove non bastano le parole come sempre la musica completa il senso sfiorando diversi generi musicali senza mai esserne uno.
In scena tre personaggi: un narratore e un uomo e una donna le cui relazioni sono mostrate e suggellate dalla musica. Cantante e pianista sono contemporaneamente attori.

PROGRAMMA MUSICALE

Linee di Solitudine
“Mari d'incanto" di M.Frequin
“Ocean" di M.Frequin
Linee di Fiducia
“Linee di Luce" di M.Frequin
“Linee amiche" di M.Frequin
Linee di Energia
“Energetic line" di M.Frequin
Linee di Corpo
“Tango" di M.Frequin
“Linee di Corpo" di M.Frequin
Linee di Trasformazione
“Giraggi" di M.Frequin
Linee sopra Linee e una livrea di un sorriso
“L'Immortalità” di M.Frequin



   Le petit prince


........


    
Magnolia

  Breve racconto in 4 quadri per voce e pianoforte.
Il senso della vita di un albero che, simbolo di pura bellezza, diviene destinatario di un voto : una donna affida il futuro della creatura che porta nel suo grembo a una splendida magnolia nella convinzione che essa possa procurargli salute e bellezza. La follia umana irrita il saggio albero ma la perseveranza dell'uomo nella sua illusione la convince della forza di questa creatura imperfetta. Un'ode alla vita pur con tutta la sua complessità e insensatezza.
Un unico personaggio.
Durata 10 min. circa



    
La Gioconda

  Spettacolo comico...
In fase di elaborazione



   
Luci in acqua e sapone

  Installazione luminosa di Michele Ormas ed Eugenia Marcolli in un luogo storico come "Il lavatorio di Caidate" (provincia di Varese). Sonorizzazione dei Ventimariscelti
Un lavatoio racchiude un brulicare di suoni e voci che proviene da una realtà ormai lontana dalla nostra. La sonorizzazione musicale del progetto "Luci in acqua e sapone" vuole mostrare un bozzetto di questo vissuto, una rievocazione che però insieme suggerisca che nulla del passato è perduto ma ancora oggi può essere parte della nostra vita.
Una grande varietà di "momenti"  musicali scandiscono il tempo, come getti di colore su una tela che non assumono dei tratti definiti ma confluiscono l'uno nell'altro, si sovrappongono, proiettano in luoghi e paesi lontani.

 
English version
P
R
O
G
E
T
T
I